Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica e dell'Automazione

Corso di studio

Presentazione del corso

 

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di Laurea Magistrale in "Ingegneria Elettrica e dell'Automazione" forma tecnici di elevato livello, dotati di una significativa padronanza dei metodi della modellistica analitica e numerica e dei contenuti tecnico scientifici generali dell'Ingegneria Elettrica e dell'Automazione. E’ una figura professionale con elevata preparazione scientifica interdisciplinare sui settori specifici che riguardano l'automazione industriale e l'ingegneria elettrica. Il livello di approfondimento dei temi trattati durante il percorso formativo caratterizza il Laureato Magistrale per un'ottima padronanza tecnico-culturale nei campi dell'elettrotecnica e dell'automazione, e gli conferisce abilità nel trattare problemi complessi, secondo un approccio interdisciplinare. Egli ha consapevolezza e capacità di assunzione di responsabilità per i ruoli ricoperti. Gli obiettivi formativi specifici si concretizzano nelle professioni per le quali viene preparato lo studente.


PROFILI PROFESSIONALI

Le figure professionali prodotte dal corso di laurea: 
● conducono ricerche, ovvero applicano le conoscenze esistenti per disegnare, progettare, controllare anche in modo automatico, produrre e manutenere sistemi, motori, apparati e attrezzature rivolte alla generazione, distribuzione ed uso di energia elettrica, anche in relazione all'impiego di nuove tecnologie connesse con le energie alternative e rinnovabili; 
● sono capaci di concepire, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e innovativi sia nel settore specifico dell'Automazione sia in altri comparti dove l'Automazione gioca un ruolo rilevante; 
● conducono ricerche, ovvero applicano le conoscenze esistenti nei contesti applicativi degli azionamenti elettrici, dei sistemi robotici, della diagnostica e dei sistemi tolleranti ai guasti, della compatibilità elettromagnetica; 
● conducono ricerche sugli aspetti tecnologici di particolari materiali e processi; definiscono e progettano standard e procedure per garantire il funzionamento e la sicurezza dei sistemi di generazione e di distribuzione dell'energia elettrica, nonché dei sistemi e degli apparati da questa alimentati; 
● sovrintendono e dirigono tali attività; sono in grado di valutare i risvolti economici, organizzativi e gestionali derivanti dall'uso delle nuove tecnologie; sono in grado di valutare l'impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale e fisico-ambientale, considerando i rischi collegati alle tecnologie impiegate e tenendo conto delle politiche del rispetto dell'ambiente. 
La formazione del laureato magistrale in Ingegneria Elettrica e dell'Automazione ha anche l'obiettivo di fornire le competenze per l'apprendimento permanente in un settore ad elevata evoluzione tecnologica, per l'ulteriore specializzazione in settori specifici o scientificamente avanzati, per la prosecuzione degli studi in livelli di formazione superiore quali Master e Scuole di dottorato.


REQUISITI DI INGRESSO

Il regolamento didattico del corso di laurea magistrale definisce i corsi di laurea e gli indirizzi o orientamenti che consentono l'accesso diretto al corso di laurea magistrale. Per gli studenti in possesso di titoli diversi da quelli previsti per l'accesso diretto, il regolamento didattico definisce i requisiti curriculari necessari per poter accedere al corso di laurea magistrale. Il regolamento didattico definisce anche i requisiti di adeguatezza della preparazione personale necessaria per l'accesso al corso e le modalità di verifica di tale preparazione. Eventuali integrazioni curriculari in termini di crediti formativi universitari dovranno essere acquisite prima di tale verifica della preparazione individuale.


ARTICOLAZIONE DEL CdL

In accordo con quanto indicato dal DM 16 Marzo 2007 (Art. 6, comma 3) "Determinazione delle classi di laurea magistrale", il corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettrica e dell'Automazione prevede percorsi diversi, al fine di favorire l'iscrizione di studenti in possesso di lauree in ingegneria differenti, appartenenti a classi diverse, garantendo comunque il raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di laurea magistrale. In questo senso, il corso è articolato in modo tale da fornire agli studenti una preparazione tecnico-scientifica completa in entrambi i settori dell'Ingegneria dell'Automazione e dell'Ingegneria Elettrica, indipendentemente dalla classe triennale di provenienza dello studente, che può essere la classe dell'Informazione o quella Industriale. La differenziazione, legata alla classe di provenienza, è attuata nel primo anno di corso, durante il quale viene fornita una adeguata preparazione nell’ambito dell’energia elettrica e meccanica agli studenti che provengono dalla classe dell’informazione, e nell’ambito dell’automatica per gli studenti che provengono dalla classe industriale. Nel secondo anno di corso potranno, invece, essere previsti due diversi percorsi di studio maggiormente orientati verso l’Ingegneria dell'Automazione oppure verso l’Ingegneria Elettrica, pur garantendo, in entrambi i percorsi, una formazione completa e di elevato livello in entrambi i settori. Infatti, il punto di forza specifico del corso di studio è costituito dalla profonda interdisciplinarietà dei percorsi di studio proposti.


ARTICOLAZIONE INSEGNAMENTI

L’attività didattica si svolge con lezioni, esercitazioni di laboratorio e di campo, seminari specialistici. La frequenza per le lezioni in aula non è obbligato


MODALITÀ DI FREQUENZA

Libera


ATTIVITA' FORMATIVE

L'attività formativa prevede lezioni frontali, attività seminariali, ricerche propedeutiche e laboratori al fine di acquisire conoscenze, competenze e abilità capaci di aprire al mondo del lavoro.


ESAMI DI PROFITTO

Durante tutto il percorso universitario le conoscenze apprese dallo studente verranno verificate attraverso esami di profitto scritti e orali.


PROVA FINALE DI LAUREA

La prova finale consiste nella stesura di un elaborato/tesi seguito e valutato da un docente-relatore e da un docente-correlatore. In parziale deroga alle norme generali la prova si conclude con una breve discussione orale in presenza dello studente.


ACCESSO A STUDI SUCCESSIVI

Master di II livello, Dottorati di Ricerca e Corsi di Perfezionamento e Specializzazione.

 
ultimo aggiornamento: 24-Ott-2013
UniFI Scuola di Ingegneria Home Page

Inizio pagina